• Facebook Page: AltaValleDelVelino
  • Twitter: AltaValleVelino
  • YouTube: AltaValleDelVelino
  • External Link: www.altavalledelvelino.com/servizi/news-avv-e-dintorni.feed?type=rss
Banner

Tradizioni

L'organetto

Arti

Organetto

Testimonianza viva di un passato genuino, l'organetto è spesso protagonista della vita dell'Alta Valle del Velino. Una festa di paese, una serenata, una serata tradizionale, un compleanno o un semplice pomeriggio in piazza, e sempre lui a rallegrare e dare ritmo.
L'organetto è sempre stato uno strumento popolare, tipico degli ambienti rurali, capace di far ballare e cantare la gente delle campagne e del paese.

Organetto

La fisarmonica diatonica (questo il nome corretto), conosciuta in Francia come "accordéon", è uno strumento musicale aerofono a mantice ad ancia libera e si può definire il padre della fisarmonica.
Inventato nel 1829 a Vienna da Cyrill Demian, si diffuse nella musica tradizionale alla fine dello stesso secolo grazie alla sua praticità, al suono armonioso, alla capacità di eseguire contemporaneamente la melodia e l'accompagnamento il ché lo rende completo dal punto di vista musicale permettendogli di suonare senza la presenza di altri strumenti.

La fisarmonica diatonica divenne dapprima protagonista delle sale da ballo cittadine dove si stavano imparando danze fino ad allora sconosciute, il cosiddetto "Liscio", per poi essere ben presto soppiantato dalla fisarmonica cromatica.

Il suo destino fu, quindi, quello di ritornare nelle campagne e specializzarsi sui repertori più arcaici della musica popolare permettendo loro di sopravvivere in quanto sostituì con successo le cornamuse che, fino ad allora, erano al centro delle feste paesane e della danza tradizionale.

Organetto

Creatosi un suo stile e modellatosi sulle nuove esigenze contemplate nella musica folk, l'organetto si è diffuso in tutto il mondo e in Italia è lo strumento per eccellenza utilizzato nella musica popolare.
 Molto utilizzato in regioni quali Lazio, Sardegna, Puglia, Calabria e Abruzzo. È proprio l'organetto abruzzese, detto "a du' botte" (poichè ha due bassi) il tipo che viene maggiormente usato nell'Alta Valle del Velino.

Non vi è occasione di festa in cui manchi questo strumento a creare allegria ed euforia. È frequente incontrare in strada anziani e, sorprendentemente, soprattutto ragazzi, che si dilettano nel cantare accompagnandosi con l'organetto e semplici tamburelli. Giovani ragazzini vanno a scuola di organetto assicurando il sicuro tramandarsi di questa bellissima tradizione.

OrganettoDi solito dove c'è l'organetto c'è qualcuno che canta, o che intona stornelli o che recita poesie a braccio o che balla il liscio e il saltarello, magari accompagnato dalle ciaramelle, mostrando l'intramontabile spirito di allegria che pervade l'Alta Valle del Velino.

 

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Banner
Banner
Banner