News AVV e dintorni
Borbona: trionfa il Festival del Canto a Braccio PDF Stampa E-mail
News - Locali
Scritto da Lara Consalvi   
Martedì 18 Settembre 2012 17:44

Anche quest’anno grande successo per il Festival del Canto a Braccio a Borbona, che, giunto alla settima edizione, non ha smesso di stupire il pubblico con novità entusiasmanti. Tre giornate di grandi spettacoli hanno accolto i talentuosi protagonisti che con molta semplicità hanno saputo sbalordire e divertire la platea.

Venerdì 14 Settembre con il tamburello di Marco Calabrese e l'organetto del borbontino Giovambattista Teofili è partita la nuova edizione del Festival con la presenza della Nuova Compagnia di Canto Popolare, un gruppo storico di artisti di musica popolare italiana attivo fin dagli anni Settanta.

A chiudere la serata le terzine di Pietro De Acutis e Francesco Marconi, accompagnati dalla ciaramella di Andrea Di Giambattista.

Il Sabato seguente nove poeti tra laziali ed abruzzesi si sono sfidati a suon di poesia con la tradizionale gara poetica: Paolo Santini, Berardino Perilli, Alessio Runci, Pietro e Donato De Acutis, Francesco Marconi, Rinaldo Adriani, Marcello Patrizi. A presentare lo spettacolo, Mauro Chechi, molto abile anch’egli ad intrattenere con la poesia a braccio il pubblico del Festival.

Ad aprire la serata di Domenica 16 Settembre, il Coro di Borbona, accompagnato da alcuni elementi della Banda Musicale "Concezio Colandrea", si è esibito con uno dei più famosi canti di montagna "La montanara", proseguendo con l’esecuzione di alcuni brani tradizionali del Lazio e dell’Abruzzo. A presentare lo spettacolo, ma anche questa volta ad esibirsi in ottave e terzine, Giampiero Giamogante e Marco Calabrese, mentre tra i giovani poeti che hanno partecipato alla gara sostituendo i più “anziani” del giorno precedente, Donato De Acutis e Francesco Marconi, Alessio Checchi e Pierpaolo Camponeschi alla sua prima esibizione in pubblico.

Per completare la serata di grandi emozioni, due giovani rapper Nicola Albera e Fabio Carima alias Nitro e Dank hanno affiancato i poeti del canto tradizionale con la tecnica del freestyle entusiasmando la platea.

Un grande successo, dunque, confermato anche dalla presenza delle autorità come Domenico Scacchi Consigliere provinciale con deleghe alla Cultura e all'Università e Lidia Nobili Consigliere Regionale della Regione Lazio, entrambi entusiasti per l’ottima riuscita dell’evento quale importante iniziativa a carattere culturale.