News AVV e dintorni
L'Ospedale di Amatrice riconosciuto in zona disagiata Stampa
News - Rieti e provincia
Scritto da Gianluca Paoni   
Venerdì 12 Settembre 2014 23:12

Funghi

Con una lettera indirizzata al Ministero della Salute, finalmente la Regione Lazio chiede ufficialmente parere rispetto alla volontà di riconoscere alla struttura di Amatrice lo status di presidio ospedaliero in zona disagiata. La richiesta riguarda oltre all’Ospedale Grifoni anche quello di Acquapendente.

Ci sono voluti mesi di rumorose proteste, manifestazioni, promesse di ricorso al TAR, minacce di secessione per spingere la Regione a questa giusta e sensata decisione constatando che entrambi i presidi sono in possesso dei requisiti previsti dal regolamento sugli standard qualitativi relativi all’assistenza ospedaliera approvato dalla Conferenza Stato regioni lo scorso 5 agosto e che per la loro collocazione geografica e per i tempi di percorrenza verso i due ospedali di riferimento, Belcolle di Viterbo e S. Camillo De Lellis di Rieti, superiori ai 90 minuti, soddisfano i requisiti contenuti nel regolamento.

Si allontana così il declassamento del Grifoni a Casa della salute che ne avrebbe notevolmente ridotto importanza e funzionalità.

La Regione giustifica i lunghi tempi occorsi per intraprendere questa strada asserendo che alla data di approvazione dei programmi operativi 2013/15, il documento sugli standard ancora non era stato approvato.